Domande frequenti

I corsi WSET sono rivolti a professionisti ed appassionati. Il WSET1 a chi vuole iniziare a conoscere le basi del vino e della degustazione; il WSET2 a chi vuole approfondire tanti più varietali, tecniche, regioni e stili del mondo; il WSET3 soprattutto a professionisti, essendo un corso che richiede diverse ore di studio.

 

Questa è una delle domande più frequenti in Italia. I titoli che si ottengono sono WSET L1, WSET L2, WSET L3, dipWSET, comunemente associati al nome (es: Bianca Mazzinghi dipWSET). All’estero – e tra gli addetti ai lavori – bastano per capire di cosa si sta parlando e il relativo livello.

Il sommelier è letteralmente la figura che si occupa della selezione, gestione e servizio dei vini in un locale o ristorante. Con le qualifiche WSET si ottengono alcune competenze per poter lavorare da sommelier ma si viene iscritti al WSET, non alle diverse associazioni italiane dei sommelier.

 

Inglese o italiano, a seconda del corso scelto, tranne il WSET3 che è sempre in inglese.

I testi, le slide, l’insegnamento e l’esame saranno nella lingua scelta.

Per quanto riguarda le qualifiche, non ci sono differenze tra le diverse lingue.

 

Potete trovare una lista degli stili nei file Specification dei diversi corsi. Per quanto riguarda le cantine, ne teniamo alcuni di riferimento ma tanti li giriamo. Possiamo fornire una lista indicativa o alcuni nomi prima del corso e l’integrale solitamente dopo le giornate di lezione, essendoci soprattutto nel WSET3 e in parte nel WSET2 alcune degustazioni alla cieca.

I vini sono scelti per far comprendere i diversi stili, vitigni, livelli qualitativi, vinificazione; soltanto tre o quattro sono vini sotto i 6 euro retail e molti sono di livello ‘molto buono’ o ‘eccellente’. Anche a noi piace bere bene con voi 😉

Per quanto riguarda i corsi online, utilizziamo invece i campioni della società francese Vinovae, che sono stati approvati dal WSET.

Le qualifiche WSET danno una preparazione diversa a seconda del livello scelto.

Alcuni dei lavori per cui un corso WSET tornerà sicuramente utile sono posizioni come export manager in cantine, vista l’impostazione internazionale del corso, ma anche altri impeghi in cantine, distribuzione, locali; ogni livello ha infatti una parte introduttiva su viticoltura e vinificazione e una dedicata all’analisi degli stili dei vini, sempre con degustazione per capire le pratiche e le conseguenze sul prodotto.

Importante anche quanto i corsi WSET, allargando gli orizzonti a un contesto internazionale, facciano capire quanto in realtà non si conosca mai abbastanza di vino, stimolando continui confronti, ricerche, voglia di assaggiare e scoprire vini nuovi.

Non é richiesto il Livello 1 per iscriversi al Livello 2.

Chi ha già una conoscenza abbastanza importante del settore può sostenere un test online ed eventualmente accedere direttamente al 3.

Le tempistiche in tempi normali sarebbero:

  • WSET 1 e WSET 2, 3/4 settimane dalla data dell’esame
  • WSET3, 8 settimane dalla data dell’esame

Tempistiche dovute ai disagi causa Covid:

  • WSET 1 e WSET 2, da 6 a 8 settimane dalla data dell’esame
  • WSET3, fino a 12 settimane dalla data dell’esame

Sì, è possibile facendolo presente al momento dell’iscrizione o entro le tempistiche espresse nei Termini e Condizioni.

Per il WSET3 suggeriamo sempre di iscriversi con almeno due mesi di anticipo o chiedere subito di tenere l’esame alla sessione successiva, dopo uno o due mesi dal corso.

Sarebbe meglio essere sempre presenti perché i contenuti sono tanti. Se non è possibile, facciamo solitamente un ripasso con il candidato di quanto affrontato durante la lezione mancata.

Per il WSET2 un livello intermedio è sufficiente, l’esame è a domande a risposta multipla e non ci sono domande aperte; per il WSET3 c’è da considerare che l’esame prevede 4 domande aperte; non vengono tolti punti per errori di grammatica ma è necessario saper strutturare delle frasi, oltre che studiare i testi di settore in lingua inglese.